11132018Mar
Last updateLun, 12 Nov 2018 12pm

direttore F. FEDERICO USAI

Cultura

“Il disegno e l’artista” una mostra su Publio Muratore da non perdere


VITERBO - Non è semplice parlare di un grande artista come Publio Muratore soprattutto per chi è stato suo allievo. Noi lo chiamavamo  “ il canetto “  (non si è mai saputo chi gli mise questo soprannome)  lui lo sapeva , eravamo i suoi cuccioli del Liceo Ruffini.
Non capita spesso di voler bene ad un  tuo docente, noi a scuola invece eravamo talmente affezionati a lui che durante la sua lezione di Storia dell’arte rimanevamo incantati e lo seguivamo sempre in silenzio, quel silenzio che nella sezione A solo lui riusciva ad avere .


Publio Muratore, il nostro professore, oggi avrebbe 100 anni e i suoi cari,  hanno voluto dedicargli una mostra con 94 disegni e 18 quadri  opere che non tutti conoscono e che potranno ammirare nella .mostra dal titolo “Il disegno e l’artista”  dal 26 gennaio al 18 febbraio 2018 presso presso il Polo culturale della Fondazione Carivit (via di Valle Faul).

Publio Muratore, (1918-1998)  nato nel comune di Gallese in provincia di Viterbo,visse la tragedia della Grande Guerra, nel 1943 trasferito in Francia come corriere diplomatico tra Nizza e Roma,tenta di tornare in Italia dopo l’armistizio dell’8 settembre, ma viene catturato dai nazisti e deportato nei lager di Buckenwald,Mathausen e Ravensbruck. Fugge da Ravensbruck e ritorna a Gallese; è decorato con Croce al Merito. Come ex-voto, dipinge la Sacra Famiglia.    

Arriva negli anni Cinquanta nella città dei papi dove si sposa con l’insegnante Anna Rita Meschini e ottiene la cattedra di Disegno e storia dell’arte, prima all’Istituto Orioli e poi, per lunghi anni, dal 1959, al Liceo scientifico Ruffini dove ancora oggi è nella memoria e nel cuore degli ex alunni.

Publio Muratore  viene ricordato a cento anni dalla sua nascita con questa mostra che è stata curata dal critico d’arte Giorgio Felini e seguita e allestita nei minimi particolari da Vincenzo Publio Mongiardo, nipote del grande artista ed ha visto l’appoggio all’iniziativa della Fondazione Carivit  con il suo presidente Mario Brutti. All’interno della mostra , oltre le meravigliose opere, sarà proiettato un video realizzato dal giornalista Rai Vincenzo Bonanni, che illustra la vita e le opere di Publio Muratore.

Il concetto alla base di questa esposizione è quello di raccontare Muratore attraverso il disegno, strumento per fissare su carta le prime impressioni, destinate poi ad essere sviluppate e trasformate per divenire scenografia, affresco, scultura, elemento d’arredo, acquerello, olio. Si intende quindi porre l’accento sul “primato” del disegno in quanto modo espressivo non mediato, in cui l’idea viene trascritta di getto; proprio per questo il disegno permette un contatto con l’universo più intimo dell’artista.

Il percorso espositivo si articola in cinque sezioni corrispondenti ad altrettanti gruppi di disegni; in accordo con l’approccio “intimistico” di conoscenza dell’artista, due di queste sezioni sono completate da spazi che costituiscono due momenti di approfondimento e di pausa facenti riferimento a due dei principali ambiti del vissuto e della produzione di Publio Muratore.
L’allestimento è quindi caratterizzato dall’alternarsi di sezioni espositive e spazi di vita, interdipendenti e permeabili tra loro:

Una prima sezione, A Viterbo, legata al rapporto con la propria città, luogo in cui l’artista e l’insegnante erano due figure indissolubili.
Parte integrante di questa sezione, uno spazio che costituisce una rappresentazione del suo studio e che, aprendosi sul percorso e contenente arredi e oggetti originali, cerca di ricreare le sensazioni suscitate dal suo studio reale, sorta di atelier non limitato da pareti posto all’interno del principale spazio di vita della sua casa e quindi “permeabile” alla famiglia e ai visitatori e con una grande vetrata che guarda verso la città.

Una seconda sezione, Studi, contenente disegni di studio in cui l’artista indaga volti, espressioni, gesti e movimenti di futuri protagonisti delle sue opere.

Una terza sezione, In viaggio, dedicata ai numerosi viaggi in Italia e all’estero, per diporto o per esporre le proprie opere, viaggi vissuti come occasioni di arricchimento culturale e di nutrimento della sua opera; sono qui esposti disegni realizzati in queste occasioni e caratterizzati dall’immediatezza e dalla varietà delle tecniche. Anche questa sezione è completata da uno spazio, contenente oggetti personali ed immagini, evocativo del tema del viaggio per l’artista.

Una quarta sezione, Bozzetti, in cui vengono presentati disegni preparatori per opere pittoriche o scultoree; qui la rappresentazione si arricchisce, le figure sono più rifinite e l’ambientazione più definita grazie a dettagli spaziali e paesaggistici; all’interno di questa sezione, due approfondimenti sono dedicati rispettivamente ai disegni per scenografie e per affreschi, facenti riferimento al primo periodo di attività di Publio Muratore. 


Una quinta sezione, Trascrivere l’idea: oltre il bozzetto, ha lo scopo di indagare il rapporto tra il disegno preparatorio e la sua evoluzione, mostrando il bozzetto accanto all’opera finita; una selezione di quadri ad olio e acquerelli che riporta il visitatore nell’universo del pittore, accompagnando il visitatore nella transizione verso il colore e riportandolo nell’ambito della produzione di olii e acquerelli più conosciuta di Publio Muratore.

L’iniziativa è stata realizzata con il contributo della Fondazione Carivit e con il patrocinio del Comune di Viterbo, Lions Club Viterbo, Comune di Gallese, Provincia di Viterbo e Camera di Commercio di Viterbo.
In occasione della inaugurazione della mostra, il 26 gennaio scorso, le Poste Italiane hanno attivato un servizio postale a carattere temporaneo con un annullo filatelico celebrativo che recava la seguente legenda: “CENTENARIO DELLA NASCITA – 1918-2018 – PUBLIO MURATORE – 26.1.2018 – 01100 VITERBO CENTRO”.

La mostra “Il disegno e l’artista”   è stata allestita da  Vincenzo Publio Mongiardo, nipote del grande artista, e potrà essere visitata fino al 18 febbraio 2018 presso il Polo culturale della Fondazione Carivit (via di Valle Faul). Orario di apertura : Lun - Ven : 10 - 13 , Sab - Dom : 10 - 19

Pin It

ALTRI ARTICOLI

12 Nov 2018

Carabinieri. Operazione di controllo tra Ronciglione e Montefiascone.

in Cronaca
VITERBO - Effettuato un approfondito controllo da parte dei carabinieri, nella notte tra sabato e domenica, in tutto il territorio dalle compagnie di Ronciglione e…
01 Ott 2018

Parrocchia della Sacra Famiglia. “ Cena della Bontà”, sabato 13 ottobre alle ore 20,

in Diocesi
VITERBO - Che la città di Viterbo abbia a cuore la solidarietà è una cosa a tutti nota e la “ Cena della Bontà” organizzata nella Parrocchia della Sacra Famiglia di Viterbo ,…
07 Set 2018

Domenica 9 settembre al Santuario della Quercia chiusura della porta santa e solenne chiusura del Giubileo Mariano Straordinario

in Diocesi
 VITERBO - La seconda domenica di settembre, si celebra la Solennità della Madonna della Quercia, eletta a Patrona della Diocesi di Viterbo dopo la sua riconfigurazione…
01 Set 2018

Disposizioni per l'accesso alle piazze il 3 settembre, parcheggio sacrario interdetto dalle ore 14

 VITERBO - Parcheggio di piazza Martiri d'Ungheria (Sacrario) interdetto alla sosta dalle ore 14. Il transito pedonale lungo il percorso della Macchina di Santa Rosa sarà…
01 Set 2018

Fuochi d’artificio a conclusione del trasporto della Macchina di S.Rosa del 3 settembre

VITERBO - In occasione dei fuochi d’artificio che partiranno da Valle Faul e che seguiranno a conclusione del Trasporto della Macchina di Santa Rosa, il Comando di Polizia…
01 Set 2018

La Mini Macchina del centro storico sarà trasmessa in diretta sui canali social del Comune

VITERBO - Anche la Mini Macchina del centro storico sarà trasmessa in diretta sui canali social del Comune. Dopo quella del Pilastro lo scorso sabato e quella del quartiere…
24 Ago 2018

Tribuna e sedie per il trasporto della Macchina di Santa Rosa 2018, pronte per il pubblico

VITERBO - Da ieri 23 agosto sono in vendita i biglietti per la tribuna e le sedie per assistere al Trasporto della Macchina di Santa Rosa in piazza del Plebiscito. Si ricordano…
24 Ago 2018

Domani giornata del donatore Avis, autoemoteca in piazza del Plebiscito

in Viterbo
VITERBO - Autoemoteca Avis in piazza del Plebiscito per la Giornata del Donatore. L'appuntamento, organizzato dall'Avis comunale, dal Comitato Centro Storico e dal gruppo…